Pubblicato il

Visitare Ostuni tra Polignano a mare e Brindisi

vacanze in Salento Ostuni

Qui la parte Greca dell’Italia meridionale pulula.  L’architettura, il cibo e persino i dialetti parlati dagli abitanti del luogo hanno subito una forte influenza da questa nazione estera molto vicina al Salento. Ostuni è in provincia di Brindisi e si trova a metà strada proprio tra Brindisi e Polignano a Mare che invece fa parte della provincia di Bari.

 

Situata sul promontorio

 

La Costa Merlata si trova nella parte alta del tacco d’Italia. Lungo la costa ci sono diverse spiagge color biscotto che affacciano sul Mare Adriatico, mentre nell’entroterra, acri di colline fanno da cornice a tutto il tragitto che porta da Ostuni fino al parco nazionale dell’Alta Murgia. Tutto, dal cibo per l’architettura è influenzata dal suo vicino di casa della Grecia. piatti di agnello pop-up su quasi tutti i menu, e le pareti di zucchero bianco compensati da brillanti persiane blu è il disegno di default per molti degli edifici.

 

La città bianca

 

A soli 10 minuti d’auto immersi in un viaggio tra le campagne dorate si arriva a Ostuni. Questa secolare città prende domina la vallata dal posto più alto della collina, da qui, si può vedere il paesaggio per chilometri  fino alla strada principale che costeggia il litorale. pareti bianche, chiese e architettura gotica creano un’intricata rete bianca, e passeggiando attraverso la città si ha l’impressione di essere in una isola Greca e non in Italia.

 

Escursioni nei dintorni

 

Questa parte della regione Puglia è famosa per la sua agricoltura. Pasta, olio di oliva e vino vengono prodotti in abbondanza da queste parti, e tantissime sono le escursioni e le attività ricreative che è possibile fare. Ad esempio si potrebbe perdersi con tutta la famiglia nella degustazione di Olio di Puglia che tante Masserie organizzano per i propri ospiti. Oppure si potrebbe approfittare delle tante occasioni, in cui agriturismi, masserie e aziende vinicole offrono degustazioni di vino tipico Pugliese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *