Pubblicato il

Acquarica del Capo

Le acque copiose che si intrecciano nel suo sottosuolo hanno ispirato il suo nome. Acquarica del Capo, piccolo centro agricolo dell’entroterra, sorge attorno al X secolo, dopo la distruzione di Pompignano ad opera dei Saraceni. Si tratta di un comune di limitate dimensioni per densità di popolazione ma grande, nelle opere architettoniche e nei beni storico culturali, di cui la sua storia millenaria ha lasciato traccia.

Continua a leggere Acquarica del Capo

Pubblicato il

Acquaviva delle Fonti

Acquaviva delle Fonti è situata nella Murgia sud barese, al centro di una zona ricca di falde acquifere, deve il suo nome alla presenza nel territorio di sorgenti perenni. La frequentazione del suo territorio è testimoniata a partire dal VII secolo, ma è in età normanna che, con la costruzione della Cattedrale e del Castello, la città si dà un coerente assetto urbano.
Continua a leggere Acquaviva delle Fonti

Pubblicato il

Altamura

Sorge sulla Murgia alta, lungo la statale che collega Bari a Potenza e Matera. L’antico agglomerato urbano dalla forma ellittica si è, poi, esteso a raggiera. Conserva ancora l’impianto originale medievale caratterizzato dalla presenza di oltre 200 claustri (cortili), da tratti di mura megalitiche risalenti al V – VI sec . a.C . e medievali.
Continua a leggere Altamura

Pubblicato il

Andrano

Visita Andrano. È un angolo di costa sulla litoranea che congiunge Otranto a Leuca. È un’oasi di pace che sorge fra muretti a secco e agri lussureggianti, fra aride lande punteggiate da”paiare” e ulivi secolari segnati, dal tempo, nei tronchi contorti. È un luogo che ti cattura per l’acerbo odore di erbe selvatiche, per la brezza di salsedine che sale dall’Adriatico, le scogliere e i fondali sabbiosi.

Continua a leggere Andrano

Pubblicato il

Andria

A ridosso dell’antica via Appia, sulla dorsale murgese settentrionale, si trova un altro comune, interessante da un punto di vista archeologico: Andria. La città, molto attiva oggi da un punto di vista commerciale, fu uno degli angoli pugliesi più amati da Federico Il di Svevia. “Andria fidelis” la chiamò e costituì una delle poche realtà positive nel momento in cui tutti, fra sudditi, amici e città, nei momenti difficili abbandonavano alla sua sorte il “puer Apuliae”. Non a caso nel Duomo sono conservate le spoglie delle mogli dell’imperatore svevo, lolanda di Gerusal-emme e Isabella d’Inghilterra.

Continua a leggere Andria

Pubblicato il

Bari

Bari è considerata il centro della cosiddetta California del Sud, cioè di una regione, la Puglia, assai più progredita e attiva commercialmente, rispetto alle altre regioni meridionali: basti pensare al nuovo fantascientifico Stadio San Nicola, progettato da Renzo Piano. Gode di un clima eccellente, piove di rado, una temperatura media di 24°. Secondo le ultime statistiche è fra le città meno care in Italia.

Continua a leggere Bari

Pubblicato il

Barletta

Barletta è una città notoriamente invitante anche per il suo clima temperato. E se la visitate in una giornata serena, il sole sui suoi monumenti, sulle strade e gli angoli esalterà, come il sapiente tocco finale di un maquillage, l’eleganza di questa città Elegante è la piazza antistante la stazione, Conteduca, come eleganti sono tutte le strade del centro che da questa piazza si dipartono.

Continua a leggere Barletta

Pubblicato il

BISCEGLIE

Scendendo lungo l’Adriatico e superando Barletta e Trani, arriviamo a Bisceglie, posta a 22 mt s.l.m. in una insenatura del litorale adriatico. Dista da Bari 34 chilometri in direzione Nord-ovest. Ha 48.314 abitanti e per un periodo della sua storia era ricordata, nella Terra di Bari, anche per il Ricovero Provinciale per gli alienati e gli anormali. L’istituto fu avviato grazie all’iniziativa del Sacerdote don Uva. In queste terre cresceva una quercia dal nome “viscile” che ha dato, nel corso dei secoli, l’appellativo Bisceglie all’agglomerato nascente.

Continua a leggere BISCEGLIE