trabucco
trabucco-2trabucco-3

Trabucco

Descrizione

Il trabucco è un’impresa a conduzione familiare, una delle più attive sulla costa. La competenza e l’attenzione di Mimì e il suo equipaggio hanno creato un monumento storico che è vivo, vibrante e affascinante. Le reti sono ancora molto utilizzate e vengono controllate quotidianamente; seppie e pesce azzurro sono catturati in primavera. Nei mesi di agosto e settembre abbiamo cefali e anguille e ricciole in autunno.
I turisti sono invitati a partecipare alle operazioni di pesca: gli uomini a adoperare gli argani nonché il loro ingegno al fine di non avere problemi con il pescato.

Il Trabucco: una macchina complessa e ingegnosa per prendere i pesci i quali, nel loro groviglio di reti e di legno, appaiono surreali sentinelle del mare. Realizzato in legno, ha una catapulta costituito da un palo centrale appoggiato sopra l’acqua, a cavallo del quale si pone il guardiano il cui compito è quello di segnalare, con un grido, il pesce in una delle reti. A questo punto, i collaboratori del guardiano devono immediatamente azionare il verricello a terra, utilizzando corde e carrucole, al fine di recuperare la preda. Le parole utilizzate per definire questa catapulta sono quantomai azzeccate: un “antico aggeggio composto da pali, torri, pulegge (…), è bello vederlo proiettato sull’orizzonte coi suoi complessi rami…”.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Trabucco”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *